domenica 26 ottobre 2008

Compagni del PD... SPOSTATEVI A SINISTRA!!

Il giorno dopo la grande manifestazione del PD a Roma, mi sento di fare alcune considerazioni.
Trovo bellissimo il fatto che centinaia di migliaia di persone siano ancora disposte a farsi ore di viaggio per manifestare il proprio disappunto verso il governo Berlusconi. Trovo meno belle invece le contraddizioni emerse da quella piazza e mi lascia deltutto indifferente il discorso di chiusura di Veltroni. Come faccio a rimanere indifferente alle sue parole? Semplice, basta pensare a quante volte in passato ha sostenuto la necessità di dialogare con il governo e di non gridare al regime. Di lui ora non mi fido minimamente. Non mi posso fidare.



Semplici anche le contraddizioni emerse dalla piazza che vorrei sottolineare.
Cosa ci fanno Calearo e Colaninno in una manifestazioni in cui sventolano ben visibili le bandiere di Che Guevara e in cui qualcuno canta "Bandiera Rossa"??
Come può Fioroni manifestare per la scuola pubblica quando lui stesso aumentò i finanziamenti statali verso le scuole private, non toccò gli sprechi evidenti e manifestò con i fascisti al Family Day??
Come può Marini affermare che questa manifestazione dimostra la forza del PD quando fino ad un mese fa definiva necessaria un'alleanza con l'UDC di Casini e Cuffaro??
E molto altro ancora...

Probabilmente ai compagni presenti nel PD (e sono tanti...) sembrerò essere il solito qualunquista che non sa fare altro che sparare a zero contro tutti. Quindi voglio dire a tutti loro che apprezzo molto la voglia di non sottomettersi al neoduce che hanno dimostrato ieri e voglio rivolgermi a loro con un invito concreto, traendo spunto da una simpatica iniziativa attuata dalla Sinistra Democratica nella manifestazione di ieri:



SPOSTATEVI A SINISTRA!!

8 commenti:

il Russo ha detto...

Magari ti sentissero....

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Condivido il tuo bellissimo post.
Un saluto e grazie davvero.
Mi sentivo un po' solo in questo periodo.

Blogger ha detto...

Akul il tuo motto, come quello di Walter, è molto bello.
Sul non fidarsi... d'accordo con te.
Sulla proposta di spostarsi a sinistra no, la capisco ma non credo serva, anzi.
Akul, come dicevo sul blog, i DS devono trovare consenso nei moderati e in chi ora vota il PPL non nel popolo della sinistra che, alla fine, lo voterà o appoggerà i suoi alleati (Di Pietro, una futura sinistra radicale...).
Ti capisco, sono anche io schifato dall'ipocrisia dei DS ma non si può fare altrimenti.
A presto.
Blogger

AKUL87 ha detto...

Cosa è oggi il PD? Un partito senza identità. Veltroni parla come Craxi di "riformismo", il suo elettorato canta Bandiera Rossa.
NOn sono la parola sinistra o il colore rosso ad impaurire i moderati. Il PCI di Berlinguer arrivò al 34 % prendendo molti voti dal mondo cattolico.
Se i politici di sinistra tornassero a fare politica di sinistra (finalmente libera da ideologia) in modo coerente e trasparente, anteponendo con forza il bene collettivo all'interesse privato, arriverebbero voti anche dal mondo cosiddetto "moderato". Questo almeno secondo me...
Il PD per come è ora, è solo una fusione di partiti che hanno perso la propria identità senza riuscire a rubare voti a Berlusconi.
Perchè non si sconfigge lo psiconano copiando a lui le proposte... lo si sconfigge proponendo una alternativa totale, soprattutto sul piano morale...

Susanna ha detto...

Un plauso dal mondo dei gatti di sinistra!
gatta susanna

@enio ha detto...

tieni conto che era una bella giornata e si sono ritrovati tutti insieme appassionatamente sperando di essere ripresi da qualche TG.Sarà servito a qualcosa ? Io sono convinto di no.

Rigitans' ha detto...

i cani di sinistra invece abbaiano e scodinzolano.

detto questo, il pd vorrebbe essere un pdl "buono", cioè rendere piu democratiche le posizioni indicibili della destra, e questo per acquisire voti democristiani, perchè invece di battersi culturalmente per trasformare il paese tentano di avvicinarsi ad un certo metodo(quello berlusconiano) per conquistare una fetta di elettorato.

forse alla fine meglio così, almeno potrà nascere una forte nuova sinistra, spero solo che vada oltre gli attuali steccati e ideologismi identitari, la sinistra del futuro deve andare oltre.

se non ora...QUANDO???

Susanna ha detto...

Quoto rigitans'.
gatta susanna