venerdì 14 novembre 2008

Quel giorno arriverà...

Ed eccomi qua... erano un pò di giorni che non scrivevo. Nessuna notizia mi dava particolarmente ispirazione. E poi, all'improvviso, ecco l'ennesima vergogna tutta italiana...

Tutti assolti.

Nell´aula bunker il dolore e lo stupore della gente. "Siete per sempre coinvolti"
di Wanda Valli
Sentono quella parola "assolti" per i vertici della polizia, sentono le cifre: 2500 euro, 3000 euro, per i loro ragazzi pestati a sangue nella notte della Diaz, e scattano: "Vergogna", urlano dal pubblico, fatto di madri, padri, sorelle di quei giovani. Sono le nove e mezzo di sera, il processo sui fatti della scuola Diaz, su quello che accadde là dentro nella notte tra il 21 e il 22 luglio del 2001, è appena finito.
(da genova.repubblica.it)


Ci sarebbero molte cose da dire, troppe. Ancora una volta il nostro paese si è dimostrato indegno di chiamarsi "paese civilizzato". Non bastavano l'attacco alla scuola pubblica, gli attacchi della Chiesa cattolica nel caso Eluana o i metodi fascisti di Cossiga per mantenere la "democrazia". No, ora è arrivata questa ulteriore sentenza a ricordarci ancora una volta che il Medioevo in Italia non è mai finito. Bene gente, c'è chi come la Bruni si è detta fiera d'essere diventata francese dopo le dichiarazioni del nano psicopatico. Io non la penso così. Io sono italiano.
Questo è un paese di merda, ma è il mio paese. SU LA TESTA!!



UN GIORNO

E' un giorno
In cui ti senti ormai sconfitto
Tutto quello in cui credevi
Si è perduto via lontano.

La mano
Camminava con il cuore
Il pensiero e la passione
Per raggiungere qualcosa di più bello.

Credevi per andare lontano
Si dovesse migliorare
Tutto quello che vedevi
Intorno.

Andavi
Costruendo il nostro giorno
Sei caduto per la strada
E non è cresciuto niente hai perso ancora.

Non perdere adesso
La tua tenerezza
Ritrova la forza
Pensando che un giorno.

Un giorno quando arriverà quel giorno
Tutto quello in cui credevi
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolto
Un giorno quando arriverà quel giorno
La tua piccola speranza
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolta.

Univi
Il sudore in una goccia
Che alleviasse dalla sete
E che desse ancora un senso alla tua storia.

Ma vedi
I tuoi fiori già recisi
Gli orizzonti ormai dissolti
E che tutto intorno a te
E' indifferente.

Non perdere adesso
La tua tenerezza
Ritrova la forza
Pensando che un giorno.

Un giorno quando arriverà quel giorno
Tutto quello in cui credevi
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolto
Un giorno quando arriverà quel giorno
La tua piccola speranza
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolta.

Un giorno quando arriverà quel giorno
Tutto quello in cui credevi
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolto
Un giorno quando arriverà quel giorno
La tua piccola speranza
Sarà parte di qualcuno e andrà raccolta

(Casa del vento -"Il grande Niente, 2006)


4 commenti:

il Russo ha detto...

Chissà, forse, ma quanto cazzo ancora si deve lottare contro i mulini a vento?

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

nonostante tutta la merda, riesco ancora ad accodarmi alla tua speranza.
Ciao akul87

Michele Boncristiano ha detto...

Nessuno, neanche tra quelli condannati, si farà un solo minuto di carcere! Questa è la vera vergogna!

Susanna ha detto...

Vergognoso, ma prevedibile.
gatta susanna