domenica 16 novembre 2008

Il Testamento di un Buffone

La canzone che ha ispirato il mio blog...



Favole affrante e vuote di malinconia
Nebbia che affonda giorni e solidarietà
Ci dicon son precarie nuvole e utopia
Ma là nella metropoli sprofonda la realtà

Senza filtri nelle strade passeggia il buffone
Salta sopra i cocci di un'ormai sorda città
Non c'è spazio per compianto né moderazione
A chi ha straziato i suoi valori per cieca tranquillità

Non correte, non scappate via
Un giorno non può vivere senza la sua utopia
Non correte, non scappate via
Nel nulla del benessere svendete la vostra viltà
Tra voli disperati di fantasmi e falsi giorni
Non correte non scappate via
Svegliatevi pagliacci prima o poi
Come farete senza sogni

Certo un buffone non sarà di compagnia
Al vegliardo che coi sogni non sa più parlar
Per chi la carovana è ormai sfuggita via
Il prezzo dell'orgoglio è nell'errore sprofondar

Ma nelle poltrone armate di menefreghismo
Striscia un canto vuoto d'idee senza identità
Dicon "Non sarà poi male un po' di opportunismo"
Grazie ma declino ho troppo a cuore la mia integrità

Signori spettatori
Un altro treno è ripartito
Io vi lascio il testamento di un amore che la sua vita ha inseguito
Col sorriso ripartirò con voi
Avanti avvicinatevi e nel cuore nessuno si vergogni
Guardate guardate su non scappate via
Qui c'è un buffone armato di poesia che danza ancora coi suoi sogni

6 commenti:

Max ha detto...

Stupenda canzone !

Colgo l'occasione per ringraziarti , è grazie al tuo blog che ho ascoltato Talco.
Quindi grazie mille !

il Russo ha detto...

Non la conoscevo neanch'io, ammetto la mia lacuna colmata grazie a te!

AKUL87 ha detto...

È un piacere per me divulgare le bellissime canzoni dei talco... grazie a voi per i commenti!

Vincenzo ha detto...

bella song amico...davvero bellissima!

Anonimo ha detto...

bellissima la canzone!!proprio bella bella!senti non riesco a scarikarla k palle xk su emule ha solo 4 fonti.t lascio msn se ce l hai così se voi mi aggiungi e me la mandi insieme alle altre canzoni dei talco
kykka_992@hotmail.it

adriakus ha detto...

OH si!! grandissima cancion! me encanta!! y claro que si, viva Talco, son los mejores. viva el antifascismo internacional! Vamos hermanos todos juntos hacia el estado comunista; unamonos todos: anarquistas, socialistas, comunistas...

saludos desde Barcelona!


P.D.: English translation: para los que no enendamos el italiano ^^

Among broken tales, melancholy and void
The fog submerges days and solidarity
They tell us clouds and utopia are precarious
But in the cities reality is sinking
Unbound the clown takes to the streets
He leaps on the rubble of a deafened city
There’s no room for grief or moderation
For those who have done away with their values for a blind tranquillity

Don’t run, don’t flee
A day cannot live without utopia
Don’t run, don’t flee
In the mud of opulence you sell vileness
Among the desperate leap of ghosts and false days
Don’t run, don’t flee
You better wake up you clowns sooner or later
What will you do without any dreams?

No doubt a clown will be of little company
For a geezer who know not how to speak through dreams
For those for whom the caravan has already gone
The price of pride lies in the error of sinking
But on the armchairs armed with indifference
An empty song crawls, devoid of ideas and identity
They say: “A little opportunism will do little harm”
Thanks but no thanks, I hold my integrity too dear

Ladies and gentlemen
Another train has left
I leave you the testament of a love followed by a dream
Smiling I will leave again with you
Draw near and let no one be ashamed
Look! Look and don’t flee
Here’s a clown armed with poetry who still dances with his dreams