mercoledì 9 luglio 2008

L'Italia di Piazza Navona

Ieri a Piazza Navona non ero presente per impegni personali, ma mi basta vedere un video sulla manifestazione come questo per capire che, dopotutto, in questa "Terra del contrario" non sono rimasto solo. No, siamo in milioni!
Siamo l'Italia che vuole giustizia, che crede che il problema non siano le intercettazioni ma quello che dicono gli intercettati. Siamo l'Italia che vuole il rispetto della nostra costituzione, dove è scritto a chiare lettere che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. Siamo l'Italia secondo la quale i veri eroi sono Falcone e Borsellino, o secondo la quale i ragazzi di Salò non erano altro che servi di una feroce dittatura, e che non ha voglia di comprenderli come invece desidererebbe Violante.
Siamo l'Italia che ogni giorno subisce mille schiaffi, ma che non è mai andata e mai andrà al tappeto. Siamo l'Italia che non si arrende, l'Italia che RESISTE!

Berlusconi ha vinto le elezioni, ma non è il padrone dell'Italia. No lo sarà finchè ognuno di noi farà gridare la propria coscienza e vorrà liberamente parlare, sentire, vedere. Berlusconi non è maggioranza nel paese, lo possiamo sconfiggere, lo dobbiamo sconfiggere!

Ognuno di noi può fare molto. Guardate i video della manifestazione di ieri e diffondeteli. Parlate di politica a casa, in ufficio, a scuola, al mare.... OVUNQUE!!
INFORMATEVI!! Se sentite qualcuno appoggiare l'operato di Berlusconi non siate indifferenti, perchè l'indifferenza è la loro unica vera forza.

Non tacete... FATE TACERE!!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Siamo milioni?
facciamo 1/2 miliardo. Ti va bene così?

Truman ha detto...

Berlusconi prima o poi finirà e qualcun altro dovrà andare al governo. Ma io non vedo alcuna figura che mi dia fiducia, non è Prodi, troppo compromesso con i poteri forti, non è Veltroni, spalla del governo Berlusconi, non è Di Pietro, il quale si sa vendere ma è di destra.

A questo punto non ho fretta di vedere un altro sulla graticola, va bene uno qualsiasi purchè ci sia opposizione. Nelle condizioni attuali sta coagulando un po' di opposizione e questo mi piace.

AKUL87 ha detto...

No, siamo milioni, e mi va bene così. Come i berlusconiani non sono la maggioranza del paese. Come tu sei solo un provocatore che si degna nemmeno di firmarsi.

@Truman: io non so chi sia il bene, ma so benissimo chi è il male...

Anonimo ha detto...

Che tristezza, un paese quasi privo di opposizione...
gatta susanna

filippo ha detto...

Ripropongo una discussione cominciata il 17 luglio 2008, con “L'isola” di Pino Corrias, il post su Voglioscendere della sua invettiva contro gli esagitati dell'8 luglio a piazza Navona... ...Corrias rompeva, e come se rompeva, lo spirito PARTIGIANO che sembrava accomunasse il blog...
...
A Corrias direi:
... La lègge anche una Precarietà ed una Emarginazione a cui buon per Lei non appartiene, ma che penso Lei condivida nelle paure che una società diversamente autoritaria può procurare anche a chi, come Lei magari, ha contato finora sulla sue capacità di individuo libero.
http://panormo.ilcannocchiale.it